Bruno Forte e l’Imam Bourchouk a Chieti: "Ho visto uno straniero, ho trovato un fratello"

Il 21 settembre, in piazza G.B. Vico, tavola rotonda con il l'Arcivescovo e l’Imam di Atessa

Si intitola “Guardando ho visto uno straniero. Parlando ho trovato un fratello. Riflessioni sul documento cattolico-islamico sulla fratellanza umana per la pace mondiale e la convivenza comune” la Tavola rotonda in programma sabato 21 settembre (alle 10,30) a Chieti, in piazza G.B. Vico, nell’ambito del Festival del Creato organizzato dalla Famiglia francescana d’Abruzzo.

Una riflessione condivisa sulla fratellanza e la convivenza comune per rafforzare il dialogo interreligioso tra le locali realtà cattolica e musulmana: Bruno Forte, Arcivescovo Chieti-Vasto l’Imam di Atessa, Mohamed Bourchouk, assieme al teologo don Valentino Cottini e al sociologo Simone D'Alessandro, ripercorreranno le tappe di questo documento politico-religioso.

Giunto alla sua IV edizione, il Festival del Creato quest’anno celebra gli 800 anni del viaggio di Francesco d’Assisi a Damietta, in Egitto, per incontrare il Sultano Al-Malik al-Kamel, e nel solco del “Documento sulla fratellanza umana per la pace mondiale e la convivenza comune” sottoscritto da papa Francesco e dall’Imam Al-Azhar Ahamad al-Tayyib, lo scorso febbraio durante il viaggio apostolico negli Emirati Arabi Uniti.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Auto in bilico sullo strapiombo, tragedia sfiorata in via della Liberazione

  • Il principe Alberto di Monaco in visita privata alle tenute Masciarelli

  • A fuoco camion che trasportava agrumi: chiusa l'autostrada tra Francavilla e Chieti

  • La troupe della Rai gira sulla Majella per la trasmissione di Alberto Angela

  • Le 4 migliori pasticcerie di Chieti secondo Tripadvisor

  • Sgominata la banda di spacciatori che maneggiava cocaina purissima e aveva legami con la camorra

Torna su
ChietiToday è in caricamento