Alessandro Di Fonzo professione Agricoach: "Formo i contadini del futuro"

L'agronomo teatino insegna tecniche di comunicazione e marketing ai contadini per competere sul mercato. Vive a Pisa da 25 anni ma tra pochi giorni tornerà nella sua Chieti per presentare il suo "Romanzo agricolo"

Avete mai sentito parlare dell’allenatore di contadini? Si chiama Alessandro Di Fonzo è originario di Chieti e di professione fa l’agricoach.

“L'agricoltura ha fatto passi da gigante. È inevitabile che la tecnologia e il web arrivino anche qui. Sono un appassionato di agricoltura - si presenta - che ha deciso di mettere le sue conoscenze a disposizione di tutti. Perché al giorno d'oggi dietro ogni azienda agricola non può non esserci un'attenzione alle nuove tecnologie e al marketing”.

Nel 1994 da via Nicola da Guardiagrele a Chieti si è trasferito a Pisa dove si è laureato in agraria. Per 10 anni è stato un garden designer. Durante una fiera di giardini a Londra si imbatte in dei “tipi vestiti da contadini con cassette vintage di verdure”. Decide di coniugare il buono al bello e, nel 2013, crea una start up che offre il servizio orto a domicilio: attraverso la sezione e-commerce è possibile acquistare verdura a direttamente dal contadino a domicilio.

 Lo step successivo è l’apertura di un negozio. "Casa Ti Coltivo è la prima agristeria in Italia. Un luogo nuovo dove c’è l’unione di un negozio di frutta e verdura di propria produzione e di altri prodotti agricoli locali e di ristorazione fatta proprio utilizzando il meglio dell’agricoltura locale. Frutta e verdura sono coltivate senza l’utilizzo di prodotti chimici e rispettando la stagionalità senza forzature, perché solo un prodotto di stagione può essere realmente sano. Ora ne faremo un franchising".

Alessandro ha coniato il termine “agristiere” e ne parla nel suo libro "Romanzo agricolo" che presenterà sabato 20 aprile proprio a Chieti. "Un’agristeria è il luogo dove trovi il campo in città - racconta Di Fonzo -  l'anello di congiunzione tra la campagna e il centro urbano. Un agristiere è il conduttore di un’agristeria ed è un contadino evoluto che ha implementato le sue conoscenza tecniche. La sua missione è quella di portare la campagna in città e di far si che il cittadino riesca ad entrare in contatto con prodotti agricoli, e quindi con cibi sani, quotidianamente. Mangiare è un atto agricolo e non chimico industriale”.

Nel frattempo Alessandro ha aperto un canale youtube dove si definisce "agri-coach". Offre nozioni di marketing e comunicazione a contadini, giardinieri, agronomi e periti agrari. "L’idea nasce da una reale necessità - spiega Di Fonzo -  attualmente il settore agricolo ed in genere i contadini sono purtroppo ancorati a vecchie tradizioni e sistemi di vendita che rendono molto difficile lo stare sul mercato. Non è più sufficiente essere dei buoni produttori per ritagliarsi spazio in un mercato sempre più competitivo dominato dalla grande distribuzione. Il mio obiettivo è quello di insegnare quelle tecniche di marketing e comunicazione che fino ad oggi sono state usate contro di loro, in modo da poter valorizzare maggiormente il loro prodotto ed attirare consumatori consapevoli in grado di spendere di più per prodotti agricoli locali. Questo infatti è necessario non solo per la loro salute, ma anche per favorire la permanenza nel settore delle piccole aziende agricole".

Un'attività dalla parte dei contadini di oggi. "Cerco di far comprendere ai contadini la loro importanza nella società, infatti spesso il contadino è l’ultima ruota del carro e non gli viene riconosciuta la giusta importanza sociale. Diffondo contenuti - concldue - affinché i piccoli produttori agricoli crescano per portarli nella posizione sociale ed economica che spetta loro".

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tremendo schianto in A14: muore Alessandro Berloni, manager della Fox Petroli

  • Scacco allo spaccio di droga: quattro in manette, sette indagati

  • Alcol e droga, strage di patenti: la Polstrada ne ritira 8 in una notte

  • La Nottata lancianese e la notte bianca dello Scalo: il programma del weekend

  • Operazione Tallone d'Achille: giovanissimi facevano il pieno di droga prima delle notti in discoteca

  • La dea bendata torna a baciare la ricevitoria Luciani: vinti 50 mila euro con un gratta e vinci

Torna su
ChietiToday è in caricamento